closedocumentdownload-2downloadfile-2fileico_agevolazioniico_convenienzaico_pompa-di-calorelogo_garanzia-5-annimail-2mailnext
19 Ottobre 2020

L’inquinamento atmosferico riduce la capacità polmonare nei bambini

L’esposizione dei neonati all’inquinamento atmosferico, anche a livelli bassi, comporta una 

riduzione dello sviluppo della funzione polmonare dai sei ai quindici anni.

E’ quanto è emerso da uno recente studio condotto su 915 bambini che vivono nelle regioni di Monaco e Wesel, in Germania, ed eseguito da un team di ricercatori dell’IUF-Leibniz Research Institute for Environmental Medicine di Düsseldorf.

Lo studio, presentato al congresso internazionale della European Respiratory Society, ha analizzato i test di misurazione della potenza respiratoria nei bambini dell’età di 6, 10 e 15 anni.

I ricercatori hanno confrontato i risultati ottenuti con i livelli di inquinamento nelle aree in cui i bambini avevano vissuto fino all’età di un anno e hanno tenuto conto di altri fattori come il fumo dei genitori.

Si è così scoperto che più elevato è il livello di esposizione all’inquinamento da bambini e peggiore è la funzione polmonare da adolescenti.

Il dottor Qi Zhao, a capo del team di scienziati che si è occupato della ricerca, ha ribadito che il risultato dello studio è preoccupante perché significa che i danni ai polmoni, nel primo anno di vita, possono influire sulla salute respiratoria per il resto dell’intera esistenza.

Fonte: https://www.periodicodaily.com/inquinamento-atmosferico-nei-bambini-riduce-la-capacita-polmonare

Top
Chiudi
Chiudi