closedocumentdownload-2downloadfile-2fileico_agevolazioniico_convenienzaico_pompa-di-calorelogo_garanzia-5-annimail-2mailnext
03 Agosto 2020

Qualità dell'aria e invecchiamento precoce della pelle

I danni dell’inquinamento dell’aria sulla salute umana sono conosciuti da tempo ma quello che ancora non si sapeva sono gli effetti negativi che si verificano sulla pelle.

Recenti studi scientifici hanno dimostrato come l’inquinamento dell’aria, sia outdoor che indoor, sia responsabile dell’invecchiamento precoce della pelle.

Inoltre l’esposizione quotidiana a fonti di inquinamento, dalle polveri sottili (PM10 e PM2.5) alle altre impurità presenti nell’aria porta a problemi dermatologici più gravi come dermatite atopica e psoriasi.

Ogni giorno il particolato dell’aria si deposita sulla pelle, restando intrappolato nel film idrolipidico che ricopre l’epidermide naturalmente. Le polveri sottili quindi penetrano in profondità, portando all’incremento dei radicali liberi che diminuiscono la produzione di collagene ed elastina: ne consegue che rughe e macchie cutanee si accentuano.

Ma c’è di più: il processo di invecchiamento della cute accelera non solo a causa dello smog esterno ma anche per l’inquinamento indoor.

Infatti anche negli ambienti chiusi sono presenti numerose fonti di inquinamento, come le vernici o la colla della tappezzeria o i profumi per deodorare casa, che provocano danni cronici sulla pelle, già duramente compromessa dagli effetti degli inquinanti esterni.

Fonti: https://www.greenplanner.it/2019/01/31/invecchiamento-precoce-pelle/ - https://www.ecocosmesicreativa.it/difendi-la-pelle-dallinquinamento/

 

 

Top
Chiudi
Chiudi