closedocumentdownload-2downloadfile-2filegaranziaico_agevolazioniico_convenienzaico_pompa-di-calorelogo_garanzia-5-annimail-2mailmap-pointernextsearch-bold
12 Aprile 2021

Cambiare aria di casa: i consigli per stare bene

L’aria di casa, a causa della presenza di muffe, pollini, acari della polvere e sostanze chimiche, può provocare diversi sintomi allergici come congiuntivite, dermatite, asma e rinite.

Diventa pertanto fondamentale cambiare ogni giorno l’aria degli ambienti domestici, in modo da garantire una corretta ossigenazione, evitare la formazione di muffe e mantenere anche il giusto tasso di umidità, che dovrebbe essere sempre compreso tra il 40% e il 60%.

Anche nei mesi invernali, quando le temperature si fanno più rigide, non si deve smettere di areare quotidianamente i locali per almeno 10 minuti ogni due ore.

Cambiare spesso l’aria di casa non solo consente di far uscire gli acari della polvere e le sostanze chimiche rilasciate dai prodotti detergenti, ma serve anche a impedire il formarsi di muffe, dovute a ristagni di vapore e umidità.

Per mantenere un corretto tasso di umidità dell’aria in casa bisognerebbe avere un deumidificatore, da posizionare soprattutto in bagno e in cucina, e valutare l’installazione di un impianto di condizionamento.

Inoltre per ridurre al minimo la presenza degli acari della polvere e rendere l’ambiente domestico più salubre possibile, andrebbe effettuata la pulizia dei termosifoni prima dell’accensione e dopo lo spegnimento.

Link fonte: https://www.agoranews.it/casa-cambiare-aria-fa-bene.html

Top
Chiudi
Chiudi