app-galleryapp-storearrow-downclosedocumentdownload-2downloadfile-2filegaranziagoogle-playico_agevolazioniico_cameraico_convenienzaico_instagram_blueico_like_blueico_picture_blueico_pompa-di-caloreico_purificazionelogo--negativelogo_garanzia-5-annilogo_texcellmail-2mailmap-pointernextsearch-boldslideshowuvc-protection
26 Luglio 2021

Le tecnologie per migliorare la qualità dell’aria indoor nell’era del Covid-19

La pandemia da Covid-19 ha reso altissima l’attenzione sui sistemi di condizionamento e gli impianti di ventilazione.

Come ha evidenziato Filippo Busato, presidente di AICARR (Associazione italiana condizionamento dell'aria, riscaldamento e refrigerazione), gli impianti per il riscaldamento, la ventilazione e il condizionamento dell'aria (HVAC), possono contribuire a ridurre i rischi di infezione da virus ma è fondamentale prevedere, oltre al ricambio dell’aria interna con quella esterna, anche la sua diluizione e filtrazione.

Ciò significa che la qualità dell’aria indoor si deve basare non solo sulla ventilazione ma anche sulla sanificazione attraverso la rimozione meccanica, elettrostatica e chimica degli elementi inquinanti (pollini, muffe, acari, batteri e agenti chimici o fisici) in parte prodotti dagli occupanti e in parte derivanti dall’esterno.

Diventa così importante installare dispositivi che assicurino, oltra a un corretto sistema di ventilazione, anche un efficace sistema filtrante ad esempio tramite i filtri assoluti HEPA.

Le attuali tecnologie di sanificazione dell'aria come la ionizzazione, l’ozonizzazione e la microfiltrazione stanno dando ottimi risultati e in futuro si cercherà di mettere a punto dispositivi che soddisfino una sempre più elevata efficienza energetica.

All-in-Jade Purificatore e Condizionatore di Haier soddisfa già pienamente queste esigenze perché il suo filtro IFD, oltre a bloccare il particolato PM10 e PM2,5, è in grado di catturare e neutralizzare le particelle fino a 0,3 micron. Inoltre non comporta nessun costo di manutenzione perché il filtro, dopo un uso prolungato, può essere lavato senza dover comprarne uno nuovo. Allo stesso modo Haier Flexis Plus, dotato di “UVC Generator Module” (modulo che genera raggi ultravioletti) che sottoposto a test di laboratorio ha dimostrato di riuscire a inibire il virus Sars-Cov-2 (Covid-19) con un’efficienza che raggiunge il 99,998%.

Link Fonte: https://www.ingenio-web.it/30388-covid-19-e-impianti-di-ventilazione-le-tecnologie-per-migliorare-la-qualita-dellaria-interna

Top
Chiudi
Chiudi